IRAN CLASSICO e non solo – Partenza 20 Aprile

IRAN CLASSICO e non solo – Partenza 20 Aprile

Questo programma rispetto al tour classico che comprende tutti i siti più importanti che solitamente si visitano per il primo viaggio in Iran, contiene anche un interessante passaggio al deserto nonché una nuova cittadina con le sue particolari caratteristiche: Varzaneh

PROGRAMMA

1° giorno, Italia – Shiraz

Partenza per Shiraz con voli di linea. All’arrivo incontro con la guida e trasferimento in hotel.

 2° giorno, Shiraz

A Shiraz, città delle rose e giardini si visitano: l’Arg-e Karim Khan, un’imponente struttura nel centro di Shiraz, costruita nel periodo della dinastia Zand; la Moschea Vakil: il bazar Vakil; la moschea Atigh, le tombe dei poeti Hafez e Saadi, il giardino Eram e il suo palazzo e il giardino Narenjestan.. In serata si può ammirare l’esterno della moschea illuminata di Shah Cheragh (l’accesso è proibito ai non musulmani).

3° giorno, Shiraz, escursione a Persepolis, Naghshe Rostan e Naghshe Rajab

In mattinata partenza per l’antica città imperiale di Persepoli i cui splendidi bassorilievi raffigurano le storie e le usanze dell’impero achemide (550-330 a. C. ). A un chilometro da Persepoli si trova il Naghsh-e-Rostam, sito archeologico che custodisce le grandiose tombe rupestri dei re achemenidi: Dario I, Dario II e Serse, nonché i bassorilievi che raffigurano i primi re sassanidi. Nei pressi si trova il Naghsh-e-Rajab, sito che conserva altri bellissimi bassorilievi sassanidi scolpiti nella roccia. Al rientro si visita la Moschea di Nasir al Molk costruita all’epoca della dinastia Qajar (1883). Avendo tempo a disposizione sarà sempre piacevole tornare al bazar una seconda volta.

4° giorno, Shiraz, Escursione a Bishapur e Tanghè Chogan

Partenza al mattino per Bishapur, fondata nel 266 dal sovrano sassanide Shapur I (241-272). A Bishapur si visitano: il Palazzo di Shapur e il tempio di Anahita poi si prosegue per il Tanghè Chogan, dove si possono visitare i bellissimi bassorilievi rupestri dell’epoca sassanide, incisi sulle rocce adiacenti le rive del fiume Shapur. Rientro a Shiraz nel pomeriggio.

5° giorno, Shiraz – Pasargad – Abarkuh – Yazd

Partenza per Pasargad e sosta al solitario ma suggestivo mausoleo di Ciro il Grande, fondatore della dinastia achemenide (648-330a.C.) ; proseguimento per la città desertica di Abarkuh e visita alla sua antica moschea e l’albero millenario; proseguimento per Yazd.

6° giorno, Yazd

Yazd, città dal colore dell’argilla, caratterizzata dai famosi Badghir (torri di ventilazione) sorge al margine di due deserti: il Dasht-e-Kavir e il Kavir-e-Lut. A Yazd si visitano il tempio del fuoco dove ancora oggi i zoroastriani celebrano i loro riti religiosi; l’antico quartiere Fahadan; il giardino Dolatabad dove si può osservare più da vicino la funzionalità di un Badghir; la moschea Jamè, il museo dell’Acqua, la piazza Mir Chakhmagh, il bazar e le torri del Silenzio (Dakhmeh, l’antico cimitero zoroastriano).

7° giorno, Yazd – Meybod – Nain – Deserto di Varzaneh – Isfahan

Partenza per Meybod per visitare il castello dell’epoca safavide di Narin. Proseguimento per la città di Nain dove si visiteranno la moschea antica Jamè, la casa qajara di Pirnia e il quartiere Mahammadieh. Partenza per il villaggio desertico di Varzaneh a 100 km al sudest di Isfahan. In questo villaggio si può notare che le donne quasi tutte indossano il chador bianco e parlano ancora una antica lingua persiana. Tra le case color argilla spunta una bella piccionaia rotonda e un’antica moschea. Questo villaggio è ai margini di un deserto con le dune di sabbia e qualche macchia bianca di un lago di sale crea un panorama magico. Dopo una passeggiata sulle dune si prosegue per la città di Isfahan.

8° giorno,  Isfahan

Al mattino si visita l’antica moschea selgiuchide di Jamè proseguimento per il quartiere armeno di Jolfa e la sua chiesa (Vank). Ritornando a Isfahan, si visita l’interessante architettura di una tradizionale piccionaia. Non mancheranno le passeggiate sui seicenteschi ponti del fiume Zayandeh Rud, Si-o-Seh Pol e Khaju, frequentemente affollati dagli abitanti di Isfahan.

9° giorno, Isfahan

Isfahan, stupenda città rinascimentale ricca di monumenti islamici, brillò all’epoca dei re safavidi tanto che, per volere dello scià Abbas, divenne la capitale della Persia. In questa bellissima città si visitano le moschee Imam e Lotfollah, i palazzi Ali Ghapù e Hasht Behesht e Chehel Sotun, nonché la famosa piazza di Isfahan e il gran bazar.

10° giorno, Isfahan – Abiyaneh – Kashan – Tehran

Al mattino partenza per Abiyaneh, il villaggio caratteristico con case costruite con mattoni rossi e abitanti che si vestono con indumenti tradizionali. Proseguimento per Kashan dove si visitano: la scuola di Agha, la moschea Jamè, la casa Tabatabai, il giardino di Fin e il bellissimo antico bazar. Proseguimento per Tehran dove si arriva in serata.

11° giorno, Tehran

A Tehran si visitano il museo archeologico, Golestan Palace  e il Museo dei Gioielli che ospita una ricca collezione di oggetti preziosi appartenuti ai sovrani persiani. Nel pomeriggio si gode dell’atmosfera affascinante del quartiere di Darband sito al nord di Tehran con i suoi tanti ristoranti tradizionali.

12° giorno, Tehran ✈ – Italia

Trasferimento in aeroporto e partenza per l’Italia.

PREZZI, PARTENZE E INFORMAZIONI SUL VIAGGIO

PARTENZE DI GRUPPO 12 GIORNI
GRUPPO MINIMO: 6 partecipanti
2018 2018 * Per persona in camera doppia: € 2850
* Supplemento singola: € 480
* Assicurazioni/Tasse aeroportuali/autorizzazione visto: € 430
* Pensione completa (bevande incluse)
* Hotels 4 /5*
*Guida in italiano
Marzo: 09 Ottobre: 05, 26
Aprile: 20 Dicembre: 28
Maggio:18
Giugno: 01
Luglio: 06
Agosto: 03
Settembre: 07