Uzbekistan – Gran tour

Uzbekistan – Gran tour

Visiteremo in questo viaggio le città di Tamerlano il gande. La favolosa Khiva, città museo protetta da mura possenti, le rovine di fortezze come Topraq, Qavat e Ayaz, la città mercantile di Bukhara, con il suo grande minareto Kalon, Shakhr-i-Sabz, città natale di Tamerlano, e Samarcanda, con la sua magnifica piazza Rigestan e le cupole turchesi.

PROGRAMMA

1° Giorno, Italia – ✈ – Urgench ✈
Partenza con voli Alitalia e Uzbekistan Airways per Urgench. Pernottamento a bordo. 

2° Giorno, Urgench – Khiva

Arrivo in mattinata a Urgench e proseguimento per Khiva. Khiva è stata capitale di un piccolo khanato indipendente e fu anche un famoso mercato degli schiavi fino alla fine del secolo scorso. Oggi è una città-museo, circondata da mura perimetrali che racchiudono la città originaria perfettamente conservata. Si entra da una delle quattro porte. Fra queste, la più interessante è la porta Est (Pahlevon Darvoza) costituita da un lungo passaggio nelle cui nicchie venivano esposti gli schiavi in vendita. La visita comprende la scuola di Muhammad Amin Khan col vicino minareto di Kalta Minor (il minareto incompiuto), la cittadella fortificata dei sovrani di Khiva, contenente la prigione, la moschea estiva, la zecca, l’harem, la sala delle udienze. Si prosegue per le viuzze della città vecchia , fino al centro cittadino dominato dallo splendido minareto Islam Khodja, alto 45m, dalla cui sommità si gode una magnifica vista.

3° Giorno, Khiva, escursione alla regione Karakalpakstan – Urgench – Bukhara 

Al mattino partenza verso il confine della regione Corasmia a 80 km al nord-est di Urgench. Si attraversa il fiume Amu Darya sul ponte storico Pontoon Bridge per visitare le rovine dei siti Topraq Qala, Qavat Qala e Ayaz Qala. Questi siti una volta appartenevano al regno Corasmia ora nel territorio di Karakalpakstan. La costruzione di Toprak Qala risale a 2000 anni fa, trattasi di una città-fortezza. Di Qavat Qala si possono vedere i cospiqui resti delle mura e dei torrioni della fortezza. Ayaz Qala, risalente ai VI e VII, si trova in cima a una collina. Pranzo nalla Yurte ad Ayaz Qala. Rientro a Khiva nel pomeriggio e poi l’ultima passeggiata. In serata trasferimento in aeroporto e partenza per Bukhara. 

4° Giorno, Bukhara
Bukhara è città di antica vocazione mercantile e centro di formazione culturale e religiosa musulmana e per due millenni importante snodo commerciale sulla Via della Seta. La città è dominata dal grande minareto Kalon, alto 50 metri, costruito nel XII secolo, accanto al quale si trova la moschea omonima del XVI secolo e il gran bazar. Si visitano: le scuole Mir Arab (1535) e Amir Alim Khan, il complesso Taqi, il complesso monumentale delle scuole di Kukeldash (1568), Magoki Attari (o pozzo dell’erborista), Nadir Divan Beghi (1622), Ulugh Beg (1417), la madrassa di Abdul Aziz, il complesso di Registan, l’Ark, antica cittadella fortificata e il complesso Bolo Hauz. Nel pomeriggio si assiste a uno spettacolo folkloristico a Nadir Divan Beghi Madrasah.

 5°  Giorno, Bukhara

In mattinata si effettua un’escursione all’elegante mausoleo di Ismail Samani (905), la cui splendida decorazione in muratura, creata con 18 diverse angolazioni di mattoni, lo distingue dagli altri monumenti islamici. Poi si visitano: Char Minor, la moschea dai quattro minareti, il mausoleo di Cheshma Ayub, e il gran bazar Nel pomeriggio si visita: il palazzo ottocentesco dell’Emiro, dalle decorazioni stravaganti, il mausoleo del sufi Bakhaeddin Naghshbandi, le moschee Abdul Faiz Khan e Muzaffar Khan, e alla fine la fabbrica delle stoffe di Bukhara. Una delle piazze più affascinanti di Bukhara è Lab-i- Khauz (al bordo della piscina) con alberi di gelso vecchi di 500 anni, nella quale si affacciano una casa da tè, il bazar e la statua di Mullah Nasreddin, il Don Chisciotte del medio oriente.

6° Giorno, Bukhara – Nurat – Yurt Camp

Trasferimento a Nurata. Durante il tragitto, sosta a Gizhduvan, dove potrebbe visitare un piccolo museo della ceramica e bottega d’arte ceramica. All’arrivo a Nurata, escursione: le rovine dell’antica fortezza di Alessandro Magno, sorgente sacra e due moschee del 16 ° secolo. Trasferimento al campo di tenda nel deserto Kyzyl Kum. Sistemazione in campo con intorno la flora e la fauna del deserto.
Cena in accompagnamento delle canzone di un cantante kazako «akina».

7° Giorno, Yurt Camp – Lago Aydarkul – Samarcanda

Passeggiata sui cammelli (1 ora) e poi proseguimento per il lago Aydarkul. Passeggiata lungo la costa. Balneazione (se sarà caldo). Partenza per Samarcanda.

8° Giorno, Samarcanda
Samarcanda fu la grande capitale di Tamerlano (Amir Timur), il condottiero dalle origini turco-mongole che nel XIV secolo unificò l’Asia centrale sotto un unico grande impero, i cui confini giunsero fino al Mediterraneo. Si visitano: la magnifica piazza Rigestan, nel cuore della città, la scuola di Ulug Beg, Shir Dor, la madrasa Tallya-Kari, la moschea di Bibi Khanum, edificata nel 1399 in onore della moglie cinese di Tamerlano, la cui stupenda cupola turchese incanta i visitatori, il bazar; il mausoleo di San Daniele, le rovine di Afrosiab e il museo.

9° Giorno, Samarcanda
In mattinata si visita l’imponente complesso di necropoli di Shakh-i-Zinda (il re vivente) costruito nei secoli XIV-XV e ricco di splendidi monumenti eretti in onore della famiglia di Tamerlano. Il complesso custodisce l’antico e venerato santuario (XI secolo) di Khusein Ibn Abbas, cugino di Maometto, il Gur-e-Mir, la tomba e il mausoleo di Tamerlano. Nel pomeriggio si visita il complesso architettonico di Imam Ismail Al Bukhori. Cena con show folkloristico sul tema “Nozze di Samarcanda”. 

10° Giorno, Samrcanda, escursione a Shakhr-i-Sabz e Montagne Zarafshan (90 km x 2)

Al mattino presto partenza per Shakhr-i-Sabz (città verde) frequentata come località di villeggiatura dagli abitanti di Samarcanda durante il periodo estivo. Shakhr-i-Sabz, situata oltre le colline nella valle del fiume Kashka Darya, è una località che assunse importanza storica in quanto città natale di Tamerlano. Si visitano: la moschea Kok-Gumbaz (XV secolo), il mausoleo della madre di Tamerlano, il Palazzo Ak-Sarai (XIV – XV secolo), Dorus Siadat, il mausoleo di Djehanghir e altri monumenti gelosamente custoditi dagli abitanti della città in onore del loro eroe nazionale. Proseguimento per Samarcanda attraverso il valico Takhta Karacha dove si gode di un bellissimo panorama sulle montagne di Zarafshan. Rientro nel tardo pomeriggio a Samarcanda.

11° Giorno, Samarcanda  -Tashkent (treno)

 In mattinata si compiono le visite di Samarcanda. Nel pomeriggio trasferimento alla stazione ferroviaria e partenza per Tashkent. All’arrivo trasferimento in hotel.
12° Giorno, Tashkent ✈ – Italia ✈
Al mattino visita della capitale: la scuola coranica di Kukeldash, il mausoleo di Kaffal Shashi, la madrassa di Barak Khan, la moschea di Hastimom e il mercato aperto di Chor Su. Nel pomeriggio trasferimento in aeroporto e partenza per Roma

PREZZI, PARTENZE E INFORMAZIONI SUL VIAGGIO

PARTENZE DI GRUPPO  12 GIORNI
GRUPPO minimo 6
2017 2018
* Per persona in camera doppia : € 2460
* Suppl. singola: € 280
* Assicurazioni / tasse aeroportuali / visto: € 380
* Pensione completa
* Hotels: 4 / 3 stelle a Khiva e Yurta
* Guida in italiano
*Tutti i voli e il treno
Aprile: 07, 21
Maggio: 12
Giugno: 02
Luglio: 14
Agosto: 04
settembre: 01, 15
Ottobre: 06, 20