Madagascar del Sud

Madagascar del Sud

Il viaggio dei colori, Madagascar. Antsirabe, Ambositra, Tulear… Posti che vi lasceranno il segno! E la bellezza selvaggia del Parco Nazionale di Isalo vi resterà nel cuore. In compagnia degli allegri lemuri vivrete un’esperienza indimenticabile, arricchita dall’ottima cucina malgascia e dall’esplorazioni di mercati come quello degli zebù e delle conchiglie, e dagli incontri con curiose tribú.

PROGRAMMA

1° Giorno, Italia – Antananarivo✈
Partenza per Antananarivo con voli di linea. All’arrivo incontro con il nostro rappresentante e, dopo il disbrigo delle formalità per l’ottenimento del visto, trasferimento in hotel Carlton.

2° Giorno, Antananarivo – Ambatolampy (68 km) – Antsirabe (100 km), escursione a Betafo (25 x 2)
In mattinata partenza in direzione sud per Ambositra, attraverso i piccoli villaggi tradizionali dell’etnia Merina con le abitazioni in mattoni rossi, sostando nella graziosa cittadina tipica della zona degli altopiani di Ambatolampy dove si possono incontrare gli artigiani che fanno ancora a mano i tegami e le pentole di metallo. Proseguimento per Antsirabe (la città dell’acqua), importante centro dei laboratori artigianali in cui si può vedere la lavorazione del corno dello zebu, l’animale tipico malgascio. Pranzo al ristorante locale. A 22 km all’ovest della città si visita il villaggio merino di Betafo (molti tetti), che presenta numerosi portici e intricate decorazioni di ferro battuto con una bellissima chiesa luterana nel centro. La città vecchia è dominata dal lago Tatamarina sulle cui sponde settentrionali si visita un cimitero che ospita le storiche tombe dei re della regione risalente al 1907. Rientro ad Antsirabe, cena e pernottamento all’hotel Couleur Café o similare.

3° Giorno, Antsirabe – Ambositra – Ranomafana (260 km)
Partenza per Ambositra attraversando gli incantevoli scenari offerti dall’ambiente e dagli altopiani circostanti dove sorgono delle risaie terrazzate. Breve visita della città considerata la capitale dell’artigianato del legno in Madagascar. L’influenza culturale Zafimaniry e Betsileo è visibile nei motivi tradizionali e geometrici riferiti alla vita quotidiana che decorano l’artigianato di questi popoli. In mezzo alle case di mattoni rossi, nelle strade tortuose, ci sono tantissime botteghe che vendono i loro manufatti. Proseguimento per Ambohimahasoa. All’arrivo pranzo al ristorante rurale Imanasoavahiny, degustando piatti della cucina malgascia e assistendo ai canti e ai balli Hira gasy, tipici dell’etnie Merina e Betsileo. Nel pomeriggio partenza per Ranomafana dove si arriva al tramonto. Cena e pernottamento all’hotel Setam Lodge sito all’interno del parco.

4° Giorno, Parco Ranomafana – Fianarantsoa (70 km)
In mattinata visita al Parco Nazionale di Ranomafana (acqua calda), il cui nome deriva dalle sorgenti termali della regione. Il parco conserva una bella foresta pluviale fitta alle basse altitudini e montagnosa alle alte altitudini, nonché ricca di alcune specie di piante endemiche come l’orchidea Bulbophyllum. La fauna del parco è molto ricca: sono presenti il lemuro molto raro della specie “hapalemur aureus”, la specie notturna del lemuro “aye aye”, uccelli e farfalle. Il parco, ricco di cascate, ruscelli e rilievi accidentati, è attraversato dal fiume Namorona e abitato dall’etnia dei Tanala, grandi produttori di miele e famosi per la loro agricoltura tipica detta Tavy. Dopo il pranzo il viaggio riprende verso Fianarantsoa. Nel pomeriggio visita orientativa della città alta con le sue stradine, l’imponente cattedrale di Ambozontany risalente al 1890,e il mercato. Cena e pernottamento alla Tsara guest house o similare. 

5° Giorno, Fianarantsoa – Ambalavao (56 km) – Ihosy (160 km) – Isalo (Ranohira)(97 km)
In mattinata partenza per Ambalavao (nuovo villaggio) noto centro artigianale della carta di Antaimoro, ricavata dalla scorza dell’avoha (papiro) macerata, lavorata e decorata con fiori naturali; e per il famoso mercato degli Zebù, uno dei mercati del bestiame più importanti del Madagascar che si tiene ogi martedì e mercoledì. Proseguendo verso il sud sosta alla riserva di Anja per vedere un’importante colonia di lemuri Makis e camaleonti. Pranzo in ristorante locale. Proseguimento per Ranohira con una breve sosta a Ihosy per incontrare la curiosa tribù dei Bara che pratica ancora la poligamia e considera il furto dello zebù un importante rito del passaggio d all’adolescenza all’età adulta. Cena e pernottamento all’Isalo Rock Lodge o similare.

6° Giorno, Parco Nazionale Isalo
Giornata dedicata all’esplorazione del Parco Nazionale Isalo. Il parco è composto da canyon, grotte, picchi modellati dal vento, profonde gole, precipizi calcarei, colonne di pietra e desolati deserti. Il parco racchiude luoghi di selvaggia bellezza e paesaggi straordinari, habitat di piante endemiche e lemuri catta, lemuri fulvi e sifaka (ballerini), e vi sono numerosi siti funebri della tribù dei Bara. Le pianure dorate del parco sono intervallate da grandi pinnacoli scoscesi di roccia rossastra, da vallate, cascate e canyon.. Rientro all’Isalo Rock Lodge o similare per la cena e il pernottamento. 

7° Giorno, Isalo – Ilakaka – Tulear (245 km)
Partenza per Tulear passando per Ilakaka, la terra dei cercatori di zaffiri, attraversando il tipico paesaggio del sud malgascio contraddistinto da vegetazione arida, baobab e foresta spinosa. Lungo il percorso si potranno vedere le diverse forme delle Alo Alo, steli funerarie in legno finemente scolpite che abbelliscono le sepolture dei Sakalava, dei Mahafaly, e degli Antandroy. Arrivo a Tulear e pranzo al ristorante “Le Jardin”. Nel pomeriggio visita al mercato delle conchiglie e poi al parco botanico di Arboretum, 10 km a sud est della città. Cena e pernottamento all’hotel Hyppocampo o similare. 

8° Giorno, Tulear – Antananarivo 
In mattinata trasferimento in aeroporto e partenza per Antananarivo con volo Air Madagascar. All’arrivo visita della capitale, che si estende su 12 colline sacre tra i 1.200 e i 1.600 metri di altitudine. Si visiteranno: il Palazzo della regina Rova, il Palazzo di Andafiavaratra, dedicato al primo ministro Rainiharo e ora sede di un museo, il grande boulevard dell’Indipendenza, l’esplanade di Analakely, con la sua tipica stazione ferroviaria, alcuni mercati locali tra i quali il mercatino dei fiori di Anosy e quello della Digue, che espone una grande varietà di prodotti artigianali provenienti da tutto il paese. Pranzo in ristorante “Cafe de la Gare”. Nel primo pomeriggio sistemazione all’hotel Carlton per un breve riposo. Dopo cena trasferimento in aeroporto. 

9° Giorno, Antananarivo – Italia 
Partenza per l’Italia. 

PREZZI, PARTENZE E INFORMAZIONI SUL VIAGGIO

Partenze individuali/Minimo 2 partecipanti

** Voli Air France /Air Madagascar **
* Per persona in camera doppia € 3160
* Supplemento singola € 350
* Assicurazioni/tasse aeroportuali € 490
* Pensione completa
* Hotels come da programma
* Guida in italiano

** PREVISTA UNA RIDUZIONE DA DEFINIRE SULLA QUOTA IN PRESENZA DI TARIFFE AEREE PROMOZIONALI**